Luoghi da visitare Delhi

Delhi Tourism, un'impresa governativa che facilita il turismo dal 1975, vi porterà in un tour guidato della Delhi attraverso questo sito web che esplora le meraviglie di questa città sia essa il suo patrimonio, l'arte e l'artigianato, la variegata cucina e cultura. Un simbolo del ricco passato del paese e del presente fiorente, Delhi è una città in cui antico e moderno si fondono perfettamente. È un luogo che non solo tocca il polso, ma lo fissa anche a una velocità frenetica. Sede di milioni di sogni, la città assume responsabilità senza precedenti nel realizzare sogni che avvicinino le persone e ispirino i loro pensieri.

Solo un secolo fa, gli inglesi spostarono la sede del loro impero da Kolkata a Delhi. Ed è stata la capitale dell'India da allora. Ora una metropoli fiorente e cosmopolita, la città ha molto da festeggiare poiché ha già raggiunto il traguardo di aver compiuto 100 anni di capitale. Con una storia che risale a molti secoli, Delhi mette in mostra una cultura antica e un paese in rapida modernizzazione. Punteggiato di monumenti c'è molto da scoprire qui. La sede di molti potenti imperi nel passato, la sua lunga storia può essere rintracciata nei suoi numerosi monumenti accuratamente conservati, antiche fortezze e tombe.

Tutto questo è combinato con le migliori caratteristiche di una città moderna come un sistema metropolitano, mercati frenetici e favolosi luoghi di ristoro. Il passato e il presente si fondono perfettamente, rendendo i monumenti secolari una parte della vita quotidiana della città. Delhi è figlia di una storia. La storia della città è antica quanto l'epico Mahabharata, quando la città era conosciuta come Indraprastha, dove vivevano i Pandava. Nel corso dei secoli, altre otto città si animarono adiacenti a Indraprastha: Lal Kot, Siri, Dinpanah, Quila Rai Pithora, Ferozabad, Jahanpanah, Tughlakabad e Shahjahanabad. Molti imperi salirono ai vertici del loro potere e furono distrutti qui. Tra le principali dinastie che resero Delhi la loro capitale furono i Tughlaq, i Khiljis ei Moghul.

Qutub Minar :
Qutab Minar è una torre della vittoria alta 73 m, costruita nel 1193 da Qutab-ud-din Aibak subito dopo la sconfitta dell'ultimo regno indù di Delhi. La torre ha cinque piani distinti, ciascuno contrassegnato da un balcone sporgente e conicità da un diametro di 15 m alla base a soli 2,5 m nella parte superiore. I primi tre piani sono fatti di arenaria rossa; il quarto e il quinto piano sono di marmo e arenaria. Ai piedi della torre c'è la moschea Quwwat-ul-Islam, la prima moschea costruita in India. Un'iscrizione sulla porta orientale informa provocatoriamente che è stata costruita con materiale ottenuto dalla demolizione di '27 templi indù '. Una colonna di ferro alta 7 metri si trova nel cortile della moschea. Si dice che se riesci ad accerchiarlo con le tue mani stando con le spalle ad esso, il tuo desiderio si realizzerà.
Le origini di Qutab Minar sono avvolte in controversie. Alcuni credono che sia stata eretta come una torre di vittoria a significare l'inizio della dominazione musulmana in India. Altri dicono che serviva da minareto ai muezzin per chiamare i fedeli alla preghiera. Nessuno può, tuttavia, contestare che la torre non sia solo uno dei monumenti più belli dell'India, ma anche del mondo. Qutab-ud-din Aibak, il primo sovrano musulmano di Delhi, iniziò la costruzione del Qutab Minar nel 1200 dC, ma riuscì solo a finire il seminterrato. Il suo successore, Iltutmush, aggiunse altri tre piani e nel 1368 Firoz Shah Tughlak costruì il quinto e l'ultimo piano.

Safdarjung’s Tomb :
La tomba di Safdarjung è l'ultima tomba da giardino recintata a Delhi, nella tradizione della tomba di Humayun, anche se di dimensioni molto meno grandi. Fu costruito nel 1753-54 come mausoleo di Safdarjung, il viceré di Awadh sotto l'imperatore Mughal, Mohammed Shah. Ha diversi padiglioni più piccoli con nomi evocativi come Jangli Mahal, (Palazzo nei boschi), Moti Mahal (Palazzo delle Perle) e Badshah Pasand (il preferito del Re).

India Gate :
Al centro di Nuova Delhi si trova la Porta dell'India, alta 42 metri, un arco "Arc-de-Triomphe" nel mezzo di un incrocio. Quasi simile alla sua controparte francese, commemora i 70.000 soldati indiani che hanno perso la vita combattendo per l'esercito britannico durante la prima guerra mondiale. Il memoriale porta i nomi di oltre 13.516 soldati britannici e indiani uccisi nella frontiera nord-occidentale nella guerra afghana del 1919. La prima pietra della Porta dell'India fu posta da Sua Altezza Reale, il Duca di Connaught nel 1921 e fu progettata da Edwin Lutyens. Il monumento è stato dedicato alla nazione 10 anni più tardi dall'allora viceré, Lord Irwin. Un altro memoriale, Amar Jawan Jyoti fu aggiunto molto più tardi, dopo che l'India ottenne la sua indipendenza. La fiamma eterna brucia giorno e notte sotto l'arco per ricordare alla nazione i soldati che hanno deposto la vita nella guerra indo-pakistana del dicembre 1971.
L'intero arco si erge su una base bassa di pietra rossa di Bharatpur e sale gradualmente fino a formare un enorme stampo. La cornice è inscritta con i soli Imperiali mentre entrambi i lati dell'arco hanno l'INDIA, fiancheggiata dalle date MCMXIV (1914 sinistra) e MCMXIX (1919 destra). La ciotola a cupola poco profonda nella parte superiore doveva essere riempita con olio in fiamme durante gli anniversari, ma raramente viene eseguita. Durante la notte, la Porta dell'India è drammaticamente illuminata, mentre le fontane vicine fanno un bel display con luci colorate. India Gate si trova all'estremità di Rajpath e l'area che lo circonda è generalmente indicata come "India Gate".

Red Fort (Lal Qila) :
Red Fort è grandioso, magnifico e di colore rosso. Forse avrebbe dovuto essere il numero 1 in questa lista perché era la residenza principale degli imperatori Mughal per molti anni. Proprio come la tomba di Humanyun, anche il Red Fort rappresenta l'architettura Mughal al suo meglio. Purtroppo i gioielli e le opere d'arte di questo forte sono stati distrutti dall'esercito di Nadir Shah e dagli inglesi. È qui che Bahadur Shah Zafar (l'ultimo imperatore Mughal) fu processato dagli inglesi. Red Fort ha molte strutture all'interno del suo complesso e insieme sono un patrimonio mondiale dell'UNESCO. C'è Rang Mahal, Mumtaz Mahal, Khas Mahal, Diwan-i-khas, Hammam (bagno), Baoli (passo bene), quarti del principe,

Purana Qila :
Non bisogna andare lontano per vedere il vecchio forte o Purana Quila in piedi stoicamente in mezzo a una vegetazione selvaggia. Costruito sul sito della più antica delle numerose città di Delhi, Indraprastha, Purana Quila ha una forma approssimativamente rettangolare con un circuito di quasi due chilometri. Gli spessi bastioni coronati dai merli hanno tre porte munite di bastioni su entrambi i lati. Era circondato da un ampio fossato, collegato al fiume Yamuna, che scorreva a est del forte. La via della porta settentrionale, chiamata il darwaza Talaqui o la porta proibita, combina l'arco a punta tipicamente islamico con le Chhatris indù e le parentesi; mentre il gateway meridionale ha chiamato il

Purana Quila :
Anche Humayun Darwaza aveva un piano simile. L'imponente porta e le mura di Purana Quila furono costruite da Humayun e furono gettate le fondamenta per la nuova capitale, Dinpanah. Il lavoro è stato portato avanti da Sher Shah Suri, che ha spostato Humayun, Purana Quila è la sede dello spettacolo sonoro e luci che si tiene ogni sera.

Tomba di Humayun :
Situato vicino all'incrocio tra la strada di Mathura e la strada di Lodhi, questa magnifica tomba da giardino è il primo esempio sostanziale dell'architettura Mughal in India. Fu costruito nel 1565 d.C. nove anni dopo la morte di Humayun, dalla sua vedova Bega Begam. All'interno del recinto murato le caratteristiche più notevoli sono le piazze da giardino (chaharbagh) con canali d'acqua sentieri, mausoleo ben proporzionato situato in posizione centrale sormontato da doppia cupola. Ci sono diverse tombe di governanti moghul situati all'interno del recinto murato e da qui nel 1857 A.D; Il tenente Hudson aveva catturato l'ultimo imperatore Mughal Bahadur Shah II.

Jama Masjid :
Questa grande moschea della vecchia Delhi è la più grande in India, con un cortile in grado di contenere 25.000 devoti. Fu iniziato nel 1644 e finì per essere l'ultima stravaganza architettonica di Shah Jahan, l'imperatore Mughal che costruì il Taj Mahal e il Red Fort. La moschea altamente decorativa ha tre grandi cancelli, quattro torri e due minareti alti 40 m costruiti con strisce di arenaria rossa e marmo bianco. I viaggiatori possono assumere le vesti al cancello settentrionale. Questa potrebbe essere l'unica volta in cui ti vesti come un locale senza sentirti un estraneo, quindi sfruttalo al meglio.

Swaminarayan Akshardham Temple :
Swaminarayan Akshardham a Nuova Delhi incarna 10.000 anni di cultura indiana in tutta la sua grandezza mozzafiato, bellezza, saggezza e felicità. Mostra brillantemente l'essenza dell'antica architettura indiana, le tradizioni e messaggi spirituali senza tempo. L'esperienza di Akshardham è un viaggio illuminante attraverso l'arte gloriosa dell'India, i valori e i contributi per il progresso, la felicità e l'armonia dell'umanità. Il complesso di Swaminarayan Akshardham è stato costruito in soli cinque anni grazie alle benedizioni di HDH Pramukh Swami Maharaj del Bochasanwasi Shri Akshar Purushottam Swaminarayan Sanstha (BAPS) e ai colossali sforzi devozionali di 11.000 artigiani e migliaia di volontari BAPS. Annunciato dal Guinness World Record come il più grande tempio indù comprensivo del mondo, il complesso è stato inaugurato il 6 novembre 2005.